Banco delle Parole

Con il collettivo Amori Difficili, guidato da Francesco Bonomo, nasce il Banco delle Parole. È un luogo in cui gli avventori del mercato possano avere un contatto con le parole, le emozioni e l’immaginario di Italo Calvino. Attraverso dei dispositivi e dei giochi di teatro, gli artisti coinvolgono i passanti in azioni di scambio creativo e condivisione artistica.

Sardegna Teatro restituisce centralità al proprio ruolo di dare linfa ai processi artistici. Il collettivo Amori Difficili, guidato dal regista e attore Francesco Bonomo, nasce intorno all’omonimo testo di Italo Calvino. Mira a esplorare la complessità dei rapporti di coppia e tra l’individuo e la società. Questo lavoro di teatro documentario mappa i sentimenti della comunità.

Inoltre diventa un’installazione nelle stanze dello spazio polifunzionale del Lazzaretto di Cagliari. È inserito nell’ambito del progetto europeo RigenerAzione Urbana, sostenuto dalla Fondazione con il Sud. Considerando questo come un anno zero l’intento è riportare il Teatro alla dimensione più popolare di collante tra le persone. Quale occasione migliore se non quella di portare gli artisti in mezzo a un mercato, gli attori tra la gente, i saltimbanchi nella piazza?
Sul banco troneggia un listino di prodotti: il vaticinio della sibilla, la lettura di una poesia o di un racconto, nel libro delle risposte. I prezzi, però, consistono nelle parole dettate dalle emozioni. Nel tentativo di instaurare uno scambio virtuoso tra le persone, il collettivo Amori Difficili crea e mette a disposizione un numero di telefono. Gli avventori piuttosto che con i soldi, possono aggiungere un contributo attraverso le loro parole, che hanno valore di scambio. Lasciare un messaggio vocale, mandare una foto, un video o raccontare qualcosa: è già partito un meccanismo di condivisione.

La sinergia nasce a partire dall’intento di trasformare la piazza in un luogo di condivisione. Il Mercato infatti è nutrito dalla partecipazione delle comunità variegate in un collante tra contesti differenti ma contigui della città di Cagliari.

Il Banco delle Parole ha preso vita il primo novembre e andrà avanti ogni domenica, fino al 6 dicembre. Il progetto è stato realizzato grazie al sostegno del Presidente della Confesercenti e organizzatore del Mercato Cuore, Marco Medda.

 

 

Share/Save Condividi