My name is Kevin - Workshop con Rita Frongia

 

My name is Kevin

Laboratorio di drammaturgia e pratica della scena

Vorrei fare un laboratorio a precipizio.

Vorrei fare un laboratorio altamente pratico.
Pratica della scrittura drammatica nella forma del 
DIA - LOGO.
Pratica dell’azione del dialogo sulla scena: la RELAZIO - NE.

Poiché non c’è limite ai desideri ne esprimo subito un altro: 

mi piacerebbe lavorare con un gruppo eterogeneo, complessamente misto.

Bello sarebbe coordinare un laboratorio di drammaturgia con Attori/Autori - Autori - Autori nascosti - Appassionati.

Scrivere, verificare sulla scena, riscrivere, riprovare, assestare linee per favorire la relazione, il gioco.
Il corpo dell’attore come maestro di drammaturgia. L’intuizione dell’autore come possibilità di relazione fra gli attori.

Drammaturgia scritta e agita.

Sperimentare un altro sguardo.
Abbandonare il giudizio che ci scherma dai raggi del teatro (e non solo).
Saremo gli entomologi ma saremo anche gli insetti.

Invece non avrei voluto dare un titolo in inglese e nessuno mi ha costretta a farlo, il fatto è che My name is Kevin è il titolo giusto.

Anche se non lo desidero, sono trascorsi mesi e Kevin è sempre qui.

Rita Frongia

 

Il laboratorio My name is Kevin di Rita Frongia si terrà dal 21 al 25 Maggio al Teatro Massimo, dalle 15 alle 19. 

Breve bio dell'artista:

Sono cagliaritana, drammaturga e regista.

Maestri tanti, ne cito pochissimi: Claudio Morganti, E.B.Vachtangov, Maria Lai, gli attori con cui ho lavorato, attori che ho visto e vedo lavorare, Eduardo, Leo de Berardinis, Antonio Neiwiller, Nina Simone.

 

Fra gli ultimi lavori c’è il progetto della Trilogia del tavolino, ovvero, tre commedie per attori audaciLa vita ha un dente d’oro  (regia di Claudio Morganti), La vecchia e Gingín - di cosa si parla quando si parla - (drammaturgia e regia). 

 

Dal 2006 faccio parte del Libero Gruppo di Studio d’Arti Sceniche coordinato da Claudio Morganti. Ho trascorso anni intorno all’abisso Woyzeck, Georg Büchner è un altro dei miei maestri (C’è un buio che sembra d’esser ciechi - lettura acustica - / Ombre Wozzeck - operina musicale per uomini ombra di poche parole / Scimmia).

 

E poi c’è stata la drammaturgia per MIT LENZ e per FREIER KLANG (entrambi con la regia di C. Morganti) e Umanescenza, incontro sull’arte imperfetta della drammaturgia.

 

E altre cose, ma gli elenchi annoiano presto.

 

Un pensiero, non mio, mi accompagna sempre, è quasi un’ossessione, è questo: il padre del drammaturgo è il danzatore.

---------------------------------

 

Per iscriversi al laboratorio occorre compilare questo modulo ed inviare corredate di CV e lettera motivazionale a formazione@sardegnateatro.it.

Avranno diritto di precedenza coloro che possono assicurare la partecipazione all'intera durata del laboratorio. 

Il costo è di 40€ al giorno. Per chi attiva l'STclub - Persone, il costo è di 10€ al giorno.  

 

Coloro che hanno lavorato o lavorano con Sardegna Teatro, entrando nell'ST CLUB, per 12 mesi potranno accedere in forma gratuita a tutti i laboratori. 

 

Al momento dell'iscrizione occorre fare un versamento di 20.

 

Per informazioni sui pagamenti scrivere a info@sardegnateatro.it oppure chiama il n. verde 800609162

 

Solo per richieste urgenti scrivere a formazione@sardegnateatro.it

 

 

Share/Save Condividi